METEORE Fest Seminate utopie / Elena Zecchin

estate
performance
ribelle

La nostra rabbia è energia rinnovabile. Vogliamo che la rabbia si trasformi in un’energia creatrice che permetta di ridare speranza e di creare un mondo nuovo. La crisi climatica è di fatto una crisi dell’immaginazione e immaginare un futuro positivo a cui tendere e nel quale rifugiarsi è la forma di critica e lo strumento di lotta più potente. Questa performance nasce dal bisogno di immaginare il futuro. Un monumento scultoreo centrale, decorato da simboli ispirati all’ambientalismo e al femminismo intersezionale e queer, verrà nutrito da chiunque voglia partecipare. I corpi e le voci dell attivist che vi ruotano intorno permetteranno una connessione tra opera, natura e persone, creando insieme un nuova comunità di cura.

Seminate utopie è parte di METEORE Fest, il festival che dal 21 al 29 giugno atterra a BASE, con una programmazione ribelle e orgogliosa. Scopri il PROGRAMMA ↗

    INGRESSO LIBERO

è una cosa seria?

iscriviti alla newsletter di BASE: troverai tutte le novità su ciò che facciamo, ciò che ci piace e dove vogliamo stare.